INPDAP

I dipendenti pubblici fanno riferimento ad INPDAP per le loro esigenze; dal 2012, l’Istituto si è fuso con INPS.

Che cos’è l’INPDAP?

Con l’acronimo INPDAP andiamo ad indicare l’Istituto Nazionale di Previdenza e assistenza per i Dipendenti di Area Pubblica. 

Questo Ente si occupava di gestire le pensioni dei dipendenti pubblici, di fornire loro servizi di accesso al credito con agevolazioni e altre offerte legate al lavoro. 

Dal 2012 INPDAP è stato soppresso in seguito ad una fusione con INPS. Quest’ultimo Istituto ha, pertanto, fatto confluire in sé tutte le funzioni del precedente ente sotto il nuovo nome di INPS Gestione Dipendenti Pubblici. Puoi accedere ai nuovi servizi INPS per dipendenti pubblici da qui.

INPDAP Significato

È bene specificare che tale adeguamento ha coinvolto anche le sedi fisiche degli uffici INPDAP; di conseguenza, è consigliato verificare dove si trovi la sede INPS Gestione Dipendenti Pubblici più vicina a noi, nel caso in cui si volesse usufruire dei servizi elargiti.

Di cosa si occupava INPDAP?

Come accennato, l’ex INPDAP si occupa di gestire varie operazioni legate ai dipendenti ed anche ai pensionati pubblici:

  • Gestione pensioni dei dipendenti pubblici;
  • Erogazione del TFR e del TFS per dipendenti pubblici;
  • Incasso dei contributi sia assistenziali sia previdenziali;
  • Offerta di finanziamenti e mutui a tassi agevolati;
  • Offerta di prestazioni sociali agevolate per familiari dei dipendenti pubblici.

Prestiti INPDAP

Per tutti i dipendenti pubblici obbligatoriamente iscritti al Fondo Credito della Gestione Unitaria delle Prestazioni Creditizie e Sociali, INPS offre la possibilità di richiedere un prestito con tassi d’interesse inferiori rispetto ad altre banche o finanziarie. 

Le tipologie di prestito sono:

  • Piccolo Prestito INPDAP: della durata variabile tra 1 e 4 anni con la concessione di un minimo di una fino ad un massimo di 8 mensilità nette di stipendio/pensione
  • Prestito Pluriennale INPDAP: con una durata a scelta di 5 oppure 10 anni e la somma di denaro concessa variabile sulla base del piano d’ammortamento scelto

Possono accedere al servizio, come già accennato, i soli dipendenti o pensionati pubblici oppure i dipendenti IPOST (no pensionati) iscritti al Fondo Credito cui sopra. 

Esiste anche una terza tipologia di prestito: il Prestito SMALL

Quest’ultimo servizio è dedicato ai soli lavoratori iscritti alla Gestione Assistenza Magistrale (ex ENAM) e prevede il rilascio di una o due mensilità nette di stipendio, in uno o due anni.

Mutui INPDAP

Altro importante finanziamento concesso ai dipendenti pubblici è il mutuo.

Ancora una volta, il dipendente dovrà essere ancora in servizio e risultare iscritto al Fondo Credito della Gestione Unitaria delle Prestazioni Creditizie e Sociali.

 

Il mutuo INPDAP viene concesso solo per l’acquisto della prima casa o per la ristrutturazione della casa in cui si abita. 

Leggi anche l’articolo sui Mutui INPDAP per la Prima Casa.

La durata varia da un minimo di 10 anni fino ad un massimo di 30 anni e l’importo può arrivare a 100mila Euro per le ristrutturazioni e fino a 300mila Euro per l’acquisto della prima casa.

Prestazioni Sociali INPDAP

Infine, in sintesi, ecco la gamma di servizi agevolati offerti dall’ex INPDAP destinati ai familiari dei dipendenti pubblici:

  • Borse di studio e viaggi studio; convenzioni con collegi/convitti;
  • Convenzioni con case albergo per anziani o per pensionati;
  • Corsi di formazione e di aggiornamento, master e dottorati di ricerca.

Hai una domanda? Lascia un commento qui sotto
Tirisponderà un nostro esperto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Richiedi un prestito con Cessione del Quinto

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram