TFS Trattamento Fine Servizio

Nell’ambito lavorativo, sicuramente abbiamo sentito parlare del Trattamento di Fine Servizio o TFS. Tuttavia cosa significa esattamente e come funziona esattamente il TFS?

Definizione di TFS

Con l’acronimo TFS andiamo ad indicare il Trattamento di Fine Servizio, questa è una somma di denaro che viene elargita al solo dipendente pubblico nel momento in cui egli andrà in pensione. 

Come anticipato, il TFS viene destinato ai soli dipendenti pubblici assunti con contratto a tempo indeterminato entro il 1° gennaio 2001 – i restanti dipendenti pubblici assunti dopo tale data oppure privati usufruiscono, al contrario, del TFR.

L’importo del TFS varia in base al numero di contributi versati dal lavoratore nel corso della sua attività lavorativa. 

TFS Trattamento Fine Servizio

Se vuoi saperne di più sulle differenze tra TFR e TFS per dipendenti pubblici, leggi questo articolo.

Al suo interno, sono coinvolte 3 tipologie di indennità, rivolte ai vari ambiti lavorativi: 

  • IPS, Indennità Premio di Servizio: per Enti Locali, per le Regioni e per il Servizio Sanitario Nazionale;
  • IBU, Indennità di Buonuscita: per Ministero, per Scuola, per AFAM, per Università e per Agenzie Fiscali;
  • IA, Indennità di Anzianità: per Camere di Commercio e per Enti Pubblici non Economici.

Come ottenere il TFS e Modalità di Erogazione

Per richiedere il Trattamento di Fine Servizio il dipendente pubblico non dovrà presentare una specifica domanda, in quanto il calcolo dell’importo e il suo accredito sul conto vengono gestiti dall’ufficio di appartenenza. 

 

Unica variabile, si trova nella modalità di erogazione del denaro, in quanto le cifre possono diventare talvolta elevate. 

Ci si basa sempre sull’importo lordo:

  • Al di sotto o pari ai 50.000 Euro verrà effettuato un accredito unico;
  • Al di sopra dei 50.000 ma inferiore a 100.000 Euro l’accredito verrà effettuato in due rate;
  • Al di sopra dei 100.000 Euro avremo due rate da 50.000 Euro ed una terza rata che salderà la somma rimasta.

Tempi di erogazione TFS

Le tempistiche per ricevere il TFS sono differenti in base al motivo per cui viene cessato il contratto:

  • Accredito entro 12 mesi se il dipendente va in pensione oppure se le motivazioni coinvolgono il tipo di contratto (esempio: contratto a tempo determinato);
  • Accredito entro 105 giorni in caso di decesso o di sopraggiunta inabilità al lavoro;
  • Accredito oltre i 24 mesi in caso di licenziamento, dimissioni volontarie, destituzione o altre motivazioni che non coinvolgono quelle sopracitate.

Hai una domanda? Lascia un commento qui sotto
Tirisponderà un nostro esperto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Richiedi un prestito con Cessione del Quinto

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram